Home » FiscoOnLine » Scadenze » Modelli di istanza/richiesta/domanda » Domande per partecipare al riparto della quota del 5 per mille dell'imposta

 

Scadenza per le domande di partecipazione al riparto della quota del 5 per mille dell'imposta

Stampa     Invia ad un amico

Gli enti che sono presenti nell'elenco permanente degli iscritti non sono tenuti a trasmettere nuovamente la domanda telematica di iscrizione al 5 per mille per il 2017 e a inviare la dichiarazione sostitutiva alla competente amministrazione, in quanto la domanda di iscrizione e la dichiarazione sostitutiva regolarmente presentate nel 2016 esplicano effetti anche nell'anno successivo (2017), se le condizioni permangono le medesime.

La domanda telematica di iscrizione al 5 per mille per il 2017 deve quindi essere trasmessa dagli enti di nuova costituzione e dagli enti che non si sono iscritti nel 2016 o dagli enti non regolarmente iscritti o privi dei requisiti nel 2016; la domanda deve essere trasmessa entro l'8 maggio 2017 (termine prorogato in quanto il 7 maggio 2017 cade di domenica).

I contribuenti possono destinare una quota pari al 5 per mille dell'Irpef a finalità di interesse sociale. Il contributo è stato reso stabile dalla legge 23/12/2014, n. 190. Le categorie di enti che possono accedere al beneficio, le modalità di iscrizione e i criteri di ammissione al riparto per le diverse tipologie di soggetti sono le stesse di quelle stabilite per il 2010 (Dpcm del 23/4/2010).

La domanda può essere presentata direttamente dai richiedenti, se abilitati ai servizi Entratel o Fisconline, ovvero tramite gli intermediari abilitati alla trasmissione telematica di cui all'art 3, comma 3, del decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322.

Entro il 22 maggio 2017 (termine prorogato in quanto il 20 maggio 2017 cade di sabato) è possibile richiedere la correzione di eventuali errori di iscrizione. Il legale rappresentante dell'ente, ovvero un suo incaricato munito di formale delega, deve produrre apposita richiesta presso la Direzione regionale dell'Agenzia delle Entrate nel cui ambito territoriale è il domicilio fiscale del medesimo ente.

Entro il 30 giugno 2017 i legali rappresentanti:

  • degli enti del volontariato che hanno presentato domanda devono trasmettere, a mezzo raccomandata A.R., alla Direzione regionale dell'Agenzia delle Entrate territorialmente competente, una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà attestante i requisiti per l'ammissione al beneficio;
  • delle associazioni sportive dilettantistiche che hanno presentato domanda devono trasmettere, a mezzo raccomandata A.R., all’Ufficio del CONI territorialmente competente, una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà attestante i requisiti per l'ammissione al beneficio.

La predetta dichiarazione sostitutiva può essere inviata dai legali rappresentanti anche alla casella di posta elettronica certificata della Direzione regionale territorialmente competente riportando nell’oggetto l’indicazione "Dichiarazione sostitutiva 5 per mille 2017" e allegando copia del modello di dichiarazione, ottenuta mediante scansione dell’originale compilato e sottoscritto dal rappresentante legale. Gli indirizzi PEC delle Direzioni regionali sono disponibili sul sito dell’ Agenzia delle Entrate.

In entrambi i casi, alla dichiarazione sostitutiva di atto notorio deve essere allegata copia del documento di identità del legale rappresentante dell'ente che sottoscrive l'atto.

Per ulteriori informazioni si rinvia alla circolare n. 5/E del 31 marzo 2017 dell'Agenzia delle Entrate.



Esprimi il tuo gradimento sui contenuti di questa pagina

                          

Dai un tuo suggerimento

L'informazione ti soddisfa:


No, perché:

troppo complessa
incompleta
non pertinente

Vuoi darci dei suggerimenti?

Inserisci nel campo "Codice di sicurezza" i caratteri che vedi o che senti.


immagine del codice di sicurezza
 

 

Pi di pagina