Generare Fattura elettronica

 

Dal 1° gennaio 2019 tutte le fatture emesse, a seguito di cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate tra soggetti residenti o stabiliti in Italia, potranno essere solo fatture elettroniche.

L'obbligo di fattura elettronica, introdotto dalla Legge di Bilancio 2018, vale sia nel caso in cui la cessione del bene o la prestazione di servizio è effettuata tra due operatori IVA (operazioni B2B, cioè Business to Business), sia nel caso in cui la cessione/prestazione è: effettuata da un operatore IVA verso un consumatore finale (operazioni B2C, cioè Business to Consumer).

Le regole per predisporre, trasmettere, ricevere e conservare le fatture elettroniche sono definite nel Provvedimento Prot. n. 89757/2018 del 30 aprile 2018 pubblicato sul sito internet dell'Agenzia delle Entrate.

Per supportare gli operatori IVA, l'Agenzia delle Entrate mette a disposizione diversi servizi gratuiti per predisporre agevolmente le fatture elettroniche, per trasmetterle e riceverle, per conservarle nel tempo in maniera sicura e inalterabile nonché per consultare e acquisire la copia originale delle fatture elettroniche correttamente emesse e ricevute.

È sempre possibile utilizzare software e servizi reperibili sul mercato, purché conformi alle specifiche tecniche allegate al sopra citato Provvedimento del 30 aprile 2018.

NOTE

Le specifiche tecniche definite nel Provvedimento del 30 aprile 2018 sono valide solo per le fatture elettroniche tra privati.
Per le fatture elettroniche emesse verso le Pubbliche Amministrazioni restano valide le regole riportate nel Decreto Ministeriale n. 55/2013 e nel sito "www.fatturapa.gov.it".


La fattura elettronica si differenzia da una fattura cartacea, in generale, per due aspetti:

  • va necessariamente redatta utilizzando un personal computer, un tablet o uno smartphone
  • deve essere successivamente trasmessa elettronicamente al cliente tramite il c.d. Sistema di Interscambio (SdI).

REGOLE PER PREDISPORRE LA FATTURA ELETTRONICA DIFFERITA.

QUALI SONO GLI OPERATORI ESONERATI DALL'EMISSIONE DELLA FATTURA ELETTRONICA.


Gli operatori che devono emettere fattura elettronica possono:

  • tramite una connessione ad internet accedere al portale "Fatture e Corrispettivi", presente sul sito dell'Agenzia delle Entrate "www.agenziaentrate.gov.it"; al suo interno è disponibile un'applicazione web che consente di predisporre le fatture elettroniche.
    Per accedere al portale "Fatture e Corrispettivi" è necessario avere le credenziali SPID ("Sistema Pubblico dell'Identità Digitale") oppure Fisconline/Entratel o CNS (Carta Nazionale dei Servizi). Le credenziali Fisconline/Entratel possono essere richieste online sul sito internet o recandosi presso gli uffici dell'Agenzia delle Entrate [visualizza il dettaglio informativo alla pagina "Accedere al Servizio web 'Fatture e Corrispettivi' e scegliere l'utenza di lavoro";

  • sempre tramite una connessione ad internet utilizzare l'App "FatturAE" per smartphone e tablet (scaricabile dagli store Android o Apple);

  • utilizzare il "pacchetto software stand-alone per personal computer" (che non richiede connessione in rete).

N.B.: gli strumenti sopra indicati sono particolarmente indicati per gli operatori che emettono un numero contenuto di fatture e sono soliti predisporle con gli usuali programmi di videoscrittura ovvero su modelli prestampati di carta.


In alternativa, è possibile utilizzare software privati individuabili in internet (soprattutto quelli rilasciati dagli stessi produttori dei software gestionali utilizzati dagli operatori per predisporre e registrare in contabilità le fatture).


ATTENZIONE


Di seguito vengono indicati i passi da seguire per effettuare la scelta del servizio di generazione della fattura con l'applicazione web presente sul portale "Fatture e Corrispettivi":



Nell'esempio di Pagina di Benvenuto sopra riportato è visualizzata la sezione Profilo utenza di lavoro, Esercizio delle opzioni e Generazione QR Code; maggiori dettagli informativi sono disponibili nella pagina "Profilo utenza di lavoro".



Nell'esempio di Pagina di Benvenuto sopra riportato è visualizzato anche il riquadro Verifica PIVA o CF:


Per maggiori dettagli informativi consultare la pagina informativa "Verifica PIVA o CF".


Selezionare il link "Fatturazione elettronica e Conservazione", opportunamente evidenziato, presente all'interno della sezione "Fatturazione elettronica", per procedere con la generazione di una fattura elettronica.

Selezionare "Corrispettivi" per accedere ai relativi servizi per l'adeguamento dei dispositivi al rispetto dei procedimenti fiscali.

Selezionare "Esercizio delle opzioni" per esercitare l'opzione per la trasmissione telematica all'Agenzia delle entrate dei dati di tutte le fatture, emesse e ricevute, e delle relative variazioni e/o esercitare l'opzione per la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi.

Selezionare "Dati Fatture e Comunicazioni IVA" per accedere ai relativi servizi.

Selezionare "Consultazione" per accedere ai relativi servizi.