Trasmettere Fattura

 

Le fatture elettroniche vanno sempre inviate ai propri clienti attraverso il SdI (Sistema di Interscambio), altrimenti sono considerate non emesse.

Affinché il Sistema di Interscambio possa recapitare le fatture è necessario che, nel compilare i dati del cliente, si stato inserito in fattura l'indirizzo telematico comunicato dal cliente (che può essere un "Codice Destinatario" alfanumerico di 7 cifre oppure un indirizzo PEC).

Consulta le informazioni nel caso in cui il cliente non comunichi alcun indirizzo telematico o è un consumatore finale ovvero un operatore in regime di vantaggio o forfettario ovvero un piccolo agricoltore.

La trasmissione della fattura elettronica consente l'invio via web della fattura nei tre formati previsti caricando il file dal computer dell'utente.

  • è possibile utilizzare un servizio online presente nel portale "Fatture e Corrispettivi" che consente l'upload del file XML preventivamente predisposto e salvato sul proprio computer;
  • è possibile utilizzare la procedura web ovvero l'App FatturAE messe a disposizione gratuitamente dall'Agenzia delle Entrate;
  • è possibile utilizzare una PEC (Posta Elettronica Certificata), inviando il file della fattura come allegato del messaggio di PEC all’indirizzo "sdi01@pec.fatturapa.it";
  • è possibile utilizzare un canale telematico (FTP o Web Service) preventivamente attivato con il SdI.

La funzionalità disponibile nel portale "Fatture e Corrispettivi" consente il caricamento di file singoli o di un archivio zip di fatture. La dimensione massima del file caricato non deve superare i 5 Mb. In caso di file archivio, esso deve contenere al massimo 10 file fattura.

La trasmissione è possibile purché i dati del fornitore presenti in fattura corrispondano ai dati del soggetto per conto del quale si sta operando.


NOTE

L’operatore IVA può trasmettere direttamente la fattura elettronica oppure può farla trasmettere, per suo conto, da un soggetto terzo, solitamente un intermediario o un provider che offre servizi specifici proprio di trasmissione e ricezione delle fatture elettroniche.
Ad esempio: se l'operatore ha predisposto il file XML della fattura e vuole inviarlo autonomamente, potrà accedere con le sue credenziali al portale "Fatture e Corrispettivi" ed utilizzare il servizio di trasmissione oppure, se dispone di una PEC, potrà allegare al messaggio PEC il file della fattura; se l'operatore non dispone di una PEC, potrà concordare con il suo intermediario l'invio del file della fattura mediante la PEC di quest'ultimo.
In definitiva, il Sistema di Interscambio (SdI) accetta le fatture elettroniche di un operatore IVA anche da una PEC o un canale telematico (FTP o Web Service) non direttamente gestito dall'operatore stesso.


CREAZIONE DI UN CANALE TELEMATICO FTP O WEB SERVICE

La creazione di un "canale telematico" FTP o Web Service deve essere effettuata solo se un'azienda intende creare un canale telematico dedicato e sempre attivo (canale di tipo FTP o Web-Service) tra i suoi server e il Sistema di Interscambio.
Questa procedura, quindi, è rivolta a quegli operatori caratterizzati da un particolare grado di informatizzazione, capaci di gestire con continuità e con costante presidio di personale il sistema informativo collegato al SdI e che devono trasmettere un numero molto rilevante di file fatture elettroniche.
Per attivare questo canale telematico, inoltre, occorre stipulare un "accordo di servizio" con il SdI attraverso l'invio di una "richiesta di accreditamento", cioè compilando un modulo online all'interno del quale vanno inseriti una serie di informazioni tecniche dettagliate (per maggiori informazioni si rimanda alle specifiche tecniche allegate al Provvedimento dell'Agenzia delle Entrate del 30 aprile 2018).


INVIO DI UN NUMERO NON ELEVATO DI FATTURE

Se occorre inviare poche fatture al giorno, è sufficiente utilizzare una PEC ovvero il servizio web del portale "Fatture e Corrispettivi".


ATTENZIONE


Di seguito vengono indicati i passi da seguire per effettuare la scelta del servizio con l'applicazione web presente sul portale "Fatture e Corrispettivi":



Nell'esempio di Pagina di Benvenuto sopra riportato è visualizzata la sezione Profilo utenza di lavoro, Esercizio delle opzioni e Generazione QR Code; maggiori dettagli informativi sono disponibili nella pagina "Profilo utenza di lavoro".


Selezionare dalla homepage all'interno della sezione "Fatturazione elettronica e Conservazione" il link "Fatturazione elettronica e Conservazione", opportunamente evidenziato, per accedere ai relativi servizi di "Generazione", "Trasmissione" e "Conservazione" delle fatture e alle "Funzionalità di supporto".

Selezionare "Corrispettivi" per accedere ai relativi servizi per l'adeguamento dei dispositivi al rispetto dei procedimenti fiscali.

Selezionare "Esercizio delle opzioni" per esercitare l'opzione per la trasmissione telematica all'Agenzia delle entrate dei dati di tutte le fatture, emesse e ricevute, e delle relative variazioni e/o esercitare l'opzione per la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi.

Selezionare "Dati Fatture e Comunicazioni IVA" per accedere ai relativi servizi.

Selezionare "Consultazione" per accedere ai relativi servizi.