Generare Fattura ORDINARIA - Dati della fattura

 

Questa pagina visualizza all'utente il terzo quadro di compilazione fattura dedicato all'inserimento di beni e/o servizi.

Nel quadro dedicato all'inserimento dei dati beni servizi, l'utente vede compilati in automatico gli importi totali in base agli importi unitari inseriti e i dati di riepilogo. Sono inseriti automaticamente anche i dati relativi al blocco fattura <DatiTrasmissione>.

Vanno invece Inseriti i dati relativi alla natura, quantità e qualità del bene ceduto o del servizio prestato, nonché i valori dell'imponibile, dell'aliquota Iva e dell'imposta (ovvero, nel caso di operazioni esenti, non imponibili ecc., l'apposito codice che identifica la "natura" dell'operazione ai fini IVA).


Di seguito viene mostrato un esempio della maschera relativa (sezione "Dati della fattura").

Dati della fattura
  • Tipo documento *: Tipologia di documento (vedi codifica)
  • Regime fiscale valido per la fattura che si sta generando: se impostato, sarà presente sul file xml della fattura elettronica e che sostituirà, per la singola fattura su cui viene impostato, il regime fiscale prevalente memorizzato a sistema;
  • Numero documento *: attraverso la selezione del tasto Icona Visualizza lista, che si trova a sinistra del campo, verranno visualizzati, in base alla data documento più recente, gli ultimi tre numeri documento per le fatture e gli ultimi tre numeri per le note di credito emesse e non scartate da SDI dal soggetto cedente/prestatore; l'utente potrà quindi selezionare una delle righe visualizzate e il numero selezionato verrà riportato nel campo. Questo, poi, dovrà essere modificato proseguendo la numerazione sequenziale. Consultare la pagina informativa Numerazione automatica della fattura;
  • Data documento*: Data del documento (secondo il formato ISO8601:2004);
  • Divisa *: codice della valuta utilizzata per l'indicazione degli importi [espresso secondo lo standard ISO 4217 alpha-3:2001].

Beni e servizi


Riepilogo importi per aliquota


  • Importo totale documento: Importo totale del documento al netto dell'eventuale sconto e comprensivo di imposta a debito del cessionario / committente; preimpostato a € 0.00 ;aA fronte degli importi inseriti, il sistema calcola automaticamente l’Importo totale del documento. Nel messaggio dove è riportato il calcolo effettuato viene aggiunta una seconda riga nella quale si informa l’utente di riportare l’importo totale calcolato nella riga sottostante al fine di visualizzarlo nella fattura.
  • Arrotondamento: eventuale arrotondamento sul totale documento (ammette anche il segno negativo); preimpostato a € 0.00.

N.B.: I campi contrassegnati con un asterisco ( * ) sono obbligatori.



L'utente compila i dati relativi ai beni e servizi forniti (deve essere inserito almeno un bene/servizio) selezionando il link Generazione della fattura elettronica (Fattura ORDINARIA) - Inserimento dati dei beni e/o servizi - link 'Aggiungi' "Aggiungi" della sezione Beni e servizi.

Questa azione apre una maschera di "Aggiungi Beni e servizi" per inserire tutti i dettagli relativi alla merce/servizio da fatturare:


  • Descrizione *: Natura e qualità dell'oggetto della cessione/prestazione;
  • Quantità: Numero di unità cedute / prestate; [Questo campo deve contenere un valore numerico composto da un intero e da decimali che vanno da un minimo di due ad un massimo di otto cifre. I decimali, separati dall'intero con il carattere punto ("."), vanno sempre indicati anche se pari a zero (es.: 1250.00). Non sono ammessi valori negativi.]
  • Prezzo Unitario *: prezzo unitario del bene/servizio; nel caso di beni ceduti a titolo di sconto, premio o abbuono, l'importo indicato rappresenta il "valore normale"; [Questo campo deve contenere un valore numerico composto da un intero e da decimali che vanno da un minimo di due ad un massimo di otto cifre. I decimali, separati dall'intero con il carattere punto ("."), vanno sempre indicati anche se pari a zero (es.: 1250.00). Non sono ammessi valori negativi.]
  • Prezzo Totale *: Importo totale del bene/servizio (che tiene conto di eventuali sconti / maggiorazioni) - IVA esclusa; [Questo campo deve contenere un valore numerico composto da un intero e da decimali che vanno da un minimo di due ad un massimo di otto cifre. I decimali, separati dall'intero con il carattere punto ("."), vanno sempre indicati anche se pari a zero (es.: 1250.00). Non sono ammessi valori negativi.]
  • Aliquota IVA *: Aliquota (%) IVA applicata al bene/servizio:

    Generazione della fattura elettronica - Aliquote IVA selezionabili
    nella lista sono presenti anche tutte le percentuali di compensazione per l'agricoltura. Tra le aliquote contrassegnate con la dicitura "Perc. compensazione agricoltura" mancano 4% e 10% perché già presenti tra le aliquote ordinarie. [Il campo "Aliquota" deve contenere il valore espresso in termini percentuali (es.: 22.00 e non 0.22). I decimali, separati dall'intero con il carattere punto ("."), vanno sempre indicati anche se pari a zero.]
  • Natura (del bene): Natura dell'operazione se non rientra tra quelle imponibili (il campo "Aliquota IVA" deve essere valorizzato a zero)
    [vedi codifica];


All'interno della maschera "Aggiungi Beni e servizi" presentata, dove è possibile inserire tutti i dettagli relativi alla merce/servizio da fatturare, viene resa disponibile anche una sezione "Altri dati" con specifiche voci che l'utente può selezionare.


  • Altri dati:
    • Tipo cessione prestazione: Sconto/Premio/Abbuono/Spesa accessoria.
    • Codice Articolo
      • Codice tipo *: indica la tipologia del codice articolo [TARIC/CPV/EAN/SSC/CARB];
      • Codice valore *: indica il valore del corrispondente codice articolo;

      • Codice tipo: se Fattura Carburante impostare il campo con la dicitura "CARB" e dal campo "Codice valore" è possibile selezionare i seguenti valori preimpostati:
        • 27101245 - Benzina senza piombo ottani => 95 e < 98
        • 27101249 - Benzina senza piombo ottani => 98
        • 27101943 - Olii da gas aventi tenore, in peso, di zolfo inferiore o uguale a 0,001%
        • 27102011 - Olio da gas denaturato con tenore, in peso, di zolfo inferiore o uguale a 0,001%

    • Unità di misura: unità di misura riferita alla quantità;
    • Data inizio periodo: (gg/mm/aaaa);
    • Data fine periodo: (gg/mm/aaaa).
    • Sconto maggiorazione
      • Tipo *: [Sconto/Maggiorazione];
      • Percentuale;
      • Importo [Questo campo deve contenere un valore numerico composto da un intero e da due decimali. I decimali, separati dall'intero con il carattere punto ("."), vanno sempre indicati anche se pari a zero (es.: 450.00). Non sono ammessi valori negativi.];
    • Ritenuta: [Cessione/prestazione soggetta a ritenuta];
    • Riferimento amministrazione.
    • Altri dati gestionali
      • Tipo dato *;
      • Riferimento testo;
      • Riferimento numero [Questo campo deve contenere un valore numerico composto da un intero e da decimali che vanno da un minimo di due ad un massimo di otto cifre. I decimali, separati dall'intero con il carattere punto ("."), vanno sempre indicati anche se pari a zero (es.: 1250.00). Non sono ammessi valori negativi.];
      • Riferimento data.

    NOTE: I campi contrassegnati con un asterisco ( * ) sono obbligatori.


    Contributo ENASARCO: Il contributo ENASARCO non è un tipico contributo destinato ad una "Cassa previdenziale" (che usualmente concorre alla determinazione dell’imponibile cui applicare l'IVA), ma la sua gestione è similare a quella di una "ritenuta".

    Attualmente, per poter rappresentare nella fattura elettronica il contributo ENASARCO è possibile utilizzare il blocco "Altri dati gestionali" con il seguente dettaglio:

    • TipoDato : CASSA-PREV ;
    • RiferimentoTesto : ENASARCO (o eventuale altra cassa analoga) e il relativo codice TC07 presente nelle specifiche tecniche al provvedimento del 30.04.18 ;
    • RiferimentoNumero : importo del contributo ;
    • RiferimentoData : il dato può non essere valorizzato.


    N.B.: si evidenzia che i suggerimenti sopra formulati possono valere anche per altre tipologie di contributi che hanno una gestione similare a quella del contributo ENASARCO.





Esempio di maschera "Aggiungi Beni e servizi" visualizzata in caso di selezione della sezione "Altri dati" e della casella "Codice articolo" nel caso di redazione di una Fattura Carburante:



Esempio di maschera "Aggiungi Beni e servizi" visualizzata in caso che la sezione "Altri dati" NON SIA STATA SELEZIONATA:


Selezionare il pulsante "Annulla e torna ai Dati della fattura" per annullare l'inserimento;

Alla pressione del pulsante "Salva e torna ai Dati della fattura" si ottiene la sezione di Beni e servizi.


  • Linea: numero della riga di dettaglio del documento;
  • Descrizione: Natura e qualità dell'oggetto della cessione/prestazione;
  • Quantità: Numero di unità cedute / prestate;
  • Prezzo Unitario: prezzo unitario del bene/servizio; nel caso di beni ceduti a titolo di sconto, premio o abbuono, l'importo indicato rappresenta il "valore normale";
  • Prezzo Totale: Importo totale del bene/servizio (che tiene conto di eventuali sconti / maggiorazioni) - IVA esclusa;
  • Aliquota IVA: Aliquota (%) IVA applicata al bene/servizio;
  • Natura.



Nell'elenco sono disponibili anche le colonne "Dettaglio" ,"Modifica" ed "Elimina" che consentono di visualizzare il dettaglio dell'elemento selezionato, modificarlo o eliminarlo dalla sezione "Beni e servizi".


Selezionare il pulsante "Torna a Cliente" per tornare nella maschera relativa ai dati del Cliente;

Selezionare il pulsante "Vai a Verifica dati" per passare alla maschera di riepilogo per la verifica dei dati della fattura.


E' possile aggiungere ulteriori dati, selezionando, una o più caselle presentate nella sezione " Altri dati", in modo da integrare le informazioni presenti in fattura, come indicato di seguito selezionando il link:


Altri dati - Dati ritenuta

Di seguito vengono mostrati alcuni esempi di inserimento di "Altri dati" per la fattura.

Ad esempio, se dobbiamo applicare in fattura una ritenuta relativa alla prestazione fornita è necessario selezionare la voce "Dati ritenuta" disponibile nella sezione "Altri dati":



Si ottiene quindi la schermata seguente, dove sono presenti i campi [quelli contrassegnati dal simbolo " * " sono obbligatori]:

  • Tipo ritenuta*: [Ritenuta pers.fisica; Ritenuta pers.giurid];
  • Aliquota ritenuta*;
  • Importo ritenuta*;
  • Causale pagamento*: per la sua compilazione è disponibile una specifica Codifica Causale di pagamento(PDF) che è possibile visualizzare anche selezionando il simbolo "Seleziona l'Icona aiuto per visualizzare la pagina con i 'Dati ritenuta - Causale pagamenti' " presente a fianco del campo, nella schermata dell'applicazione.


  • Una volta valorizzati tutti i campi la fattura incorpora la nuova sezione:




    Altri dati - Allegato

    Potremmo anche, ad esempio, aver bisogno, invece, di inserire un Allegato alla nostra fattura:



    Selezionando la casella Allegato viene mostrata una pagina di seguito riportata:



    Premere quindi il pulsante "Sfoglia" per procedere al caricamento del file (non può essere caricato un file di dimensioni superiori ai 2 Mb); nel campo "Descrizione" inserire un commento che possa identificare il file in allegato.



    Selezionare il pulsante "Salva" per ottenere in maschera la seguente nuova sezione:



    Selezionare quindi il pulsante "Salva" per ottenere in maschera la seguente nuova sezione:

    NOTE

    Si ricorda che, nel caso di assoggettamento ad imposta di bollo, occorrerà valorizzare sempre nella sezione "Altri dati" la casella "Dati bollo" e il successivo blocco proposto con l’importo dell’imposta:


    Si ricorda, poi, che l'imposta di bollo sulle fatture elettroniche si assolve esclusivamente con la modalità disciplinata dall'articolo 6 del DM 17 giugno 2014. Al riguardo, a seguito della modifica apportata dal DM 28 dicembre 2018,si evidenzia che:

    • il pagamento dell'imposta relativa alle fatture elettroniche emesse in ciascun trimestre solare va effettuato entro il giorno 20 del primo mese successivo al trimestre di riferimento;
    • l'Agenzia delle Entrate metterà a disposizione, già alla fine del primo trimestre 2019 all'interno del portale "Fatture e Corrispettivi", un servizio per verificare l'ammontare complessivo dell'imposta di bollo dovuta sulla base dei dati presenti nelle fatture elettroniche inviate attraverso il Sistema di Interscambio (SdI).

    I soggetti autorizzati al pagamento del bollo virtuale ai sensi dell'articolo 15 del d.P.R. n. 642/1972, che emettono esclusivamente fatture elettroniche, possono rinunziare all'autorizzazione nelle modalità previste dall'articolo 15, comma 10, del citato d.P.R. 642/1972.


Indicazione del numero e della data della dichiarazione d’intento ricevuta: la fattura emessa nei confronti di un esportatore abituale deve contenere, ai fini IVA, il numero della lettera d’intento. Tale informazione può essere inserita utilizzando uno dei campi facoltativi relativi ai dati generali della fattura che le specifiche tecniche lasciano a disposizione dei contribuenti, come ad esempio il campo "Causale", ovvero a livello di singola linea fattura, il blocco "Altri dati gestionali".
Se si utilizza una delle procedure gratuite (procedura web, App o stand alone) messe a disposizione dall’Agenzia delle entrate, il campo "Causale" è selezionabile (e quindi valorizzabile) nel menù "Altri dati" della sezione "Dati della fattura" come riportato nell'immagine seguente:




mentre il blocco "Altri dati gestionali" è selezionabile (e quindi valorizzabile) nella sezione "Beni e servizi" come riportato nell'immagine seguente:



Si segnala che, in caso di inserimento dei Documenti di Trasporto (DDT) è necessario selezionare la relativa casella nella sezione Altri dati > "Dati DDT"; viene consentito di inserire sino a cinquanta (50) blocchi DDT tramite il pulsante Aggiungi Dati DDT (evidenziato):




Si segnala che, in caso di inserimento di Dati Ordine di Acquisto è necessario selezionare la relativa casella nella sezione Altri dati > "Dati ordine acquisto"; viene consentito di inserire sino a dieci (10) blocchi Ordine acquisto tramite il pulsante Aggiungi Dati ordine acquisto.

NOTE

L'utente visualizza nella stessa pagina eventuali errori di compilazione o di validità dei dati inseriti. Inoltre vengono effettuati controlli real time sulla validità e sull'esistenza degli identificativi fiscali inseriti.