Spesometro - Dati fattura - Ricerca

 

Con il Provvedimento Prot. n. 89757/2018 del 30 aprile 2018 l'Agenzia delle Entrate ha regolamentato nel dettaglio le modalità di applicazione dell'obbligo di fatturazione elettronica, introducendo elementi di novità rispetto alle regole tecniche che disciplinano il processo di fatturazione elettronica nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni.

Tra questi elementi di novità ne figurano, in particolare, due che riguardano da un lato la fase di instradamento, ossia l'iter di consegna della fattura al soggetto destinatario, e dall'altro l'introduzione di un servizio di "memorizzazione/conservazione" che deve essere fornito dall'Agenzia delle Entrate per le fatture elettroniche trasmesse attraverso il Sistema di Interscambio.

Successivamente alla ricezione della fattura, il Sistema di Interscambio effettua una serie di controlli che, se non superati, portano all'emissione e all'invio al soggetto trasmittente di una "ricevuta di scarto"; in questo caso la fattura si considera come non emessa ed il processo si chiude.

Qualora invece i controlli vengano superati, il Sistema di Interscambio passa alla fase di instradamento per il recapito della fattura al soggetto destinatario. L'indirizzo telematico al quale recapitare la fattura può essere, nell'ordine:

  • quello associato alla partita IVA del cessionario/committente indicata in fattura (nel caso in cui tale partita IVA abbia utilizzato il servizio di "registrazione" messo a disposizione del cessionario/committente o suo intermediario per l'indicazione al SdI di un canale e indirizzo telematico preferito;
  • quello associato al codice di sette cifre indicato in fattura (campo CodiceDestinatario), se diverso da "0000000";
  • quello di Posta Elettronica Certificata espressamente indicato in fattura (campo PECDestinatario).

Occorre tener presente che potrebbe non essere possibile individuare, dai dati presenti in fattura, un indirizzo di recapito in quanto:

  • la partita IVA del cessionario/committente non risulta registrata;
  • il codice destinatario è valorizzato a zero ('0000000');
  • non è indicato alcun indirizzo PEC.

In tutti i casi in cui, per assenza delle necessarie informazioni ovvero per motivazioni di carattere tecnico comunque non imputabili al Sistema di Interscambio (canale non disponibile), non fosse possibile recapitare la fattura al destinatario, il sistema predispone ed inoltra al soggetto trasmittente una "ricevuta di impossibilità di recapito" e rende disponibile la fattura al cessionario/committente nella sua area riservata del sito web dell'Agenzia delle Entrate.

In ogni caso è previsto che la fattura (che sia stata correttamente inoltrata al destinatario o che non sia stato possibile recapitarla, non fa differenza) possa essere consultabile e acquisibile (download) nella propria area riservata del sito web dell'Agenzia delle Entrate sia dal cedente/prestatore che dal cessionario/committente.



L'accesso alle funzionalità di consultazione dei dati fattura già disponibili nell'area di "Consultare Fatture elettroniche e altri dati IVA" è consentito agli utenti del Portale Fatture e Corrispettivi dotati di specifico profilo autorizzativo:

  • Consultazione dati IVA.

Questi utenti possono usufruire anche delle informazioni inerenti lo "stato di consegna"


La consultazione del file fattura è consentita invece agli utenti che accedono alla propria posizione o specificamente delegati al nuovo profilo creato per consentire la:

  • Consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici

Le tipologie di utenti titolati alla consultazione del file fattura sono quindi quelli appartenenti ad una delle seguenti categorie:

  • Utente che consulta la propria posizione
  • Utente delegato con specifico profilo

Gli utenti di cui ai punti precedenti, se diversi da persone fisiche, opereranno attraverso i propri incaricati, purché a questi ultimi risulti attribuito, nel proprio profilo di incarico, il nuovo profilo di "Consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici".


Gli utenti abilitati alla consultazione dei dati rilevanti ai fini IVA (profilo autorizzativo di "Consultazione dati IVA") e alla consultazione dei file fattura (profilo autorizzativo "Consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici"), visualizzeranno anche le informazioni circa l'avvenuto o mancato "recapito" della fattura al cessionario da parte del SDI (Sistema di Interscambio) e l'eventuale presa visione della fattura da parte del cessionario.




Selezionando il riquadro "Spesometro" evidenziato si ottiene la maschera di Ricerca relativa.

I campi "filtro" vengono resi disponibili nella pagina di ricerca e consentono di selezionare le fatture dell'anno impostando i campi di seguito descritti.


  • Partita IVA/Codice fiscale dell'utenza di lavoro
  • Ruolo:
    • Fornitore
    • Cliente
  • Data di emissione: il periodo di ricerca non può superare il trimestre; il sistema,una volta imposta la data di inizio ricerca, imposta automaticamente nei 90 giorni a seguire la data di fine
    • Dal: gg/mm/aaaa
    • Al: gg/mm/aaaa
  • Stato delle fatture:
    • Qualsiasi stato: verranno selezionate tutte le tipologie di stato fattura
    • Seleziona stato: in alternativa all'opzione "Qualsiasi stato" è possibile selezionare una delle seguenti voci:
      • Fattura Attive
      • Fattura Rettificate
      • Fattura Annullate
  • Ricerca avanzata
    • Totale imponibile:
      • Da: valore minimo (€)
      • A: valore massimo (€)
  • Identificativo controparte
    • Tipologia:
      • Partita IVA
      • Codice fiscale
      • Identificativo estero
  • Tipo documento
    • Fattura
    • Fattura semplificata
    • Acconto/anticipo su fattura
    • Nota credito
    • Nota credito semplificata
    • Nota debito
    • Parcella
    • Acconto/anticipo su parcella
    • Fattura intracomunitaria beni
    • Fattura intracomunitaria servizi
    • Documento riepilogativo.

Di seguito viene mostrato un esempio della maschera relativa:


Spesometro - Ricerca


  • Selezionare il pulsante "Cerca" per avviare la ricerca;
  • Selezionare il pulsante "Ripulisci" per cancellare i dati presenti nella maschera.