Faq

I servizi gratuiti presenti nel Portale Fatture e Corrispettivi possono essere utilizzati da tutti i soggetti titolari di Partita IVA, dai loro delegati (intermediari appositamente delegati secondo le disposizioni del Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle entrate del 5 novembre 2018) e dai loro incaricati (nel caso di persone giudiriche).

Data di pubblicazione:21/12/2018

Gli utenti Intermediari che intendano accedere al Portale, per l'utilizzo dei servizi di Fatturazione e di Consultazione, come delegati di altri soggetti titolari di Partita IVA dovranno scegliere l'utenza di lavoro "Delega diretta" e non "Intermediario non delegato".

Le modalità di delega sono disciplinate dal Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle entrate del 5 novembre 2018.

Data di pubblicazione:21/12/2018

Chi opera in "Fatture e Corrispettivi" in veste di incaricato può scegliere se visualizzare i file firmati con la propria smartcard o quelli firmati per mezzo dei certificati rilasciati alla società incaricante dall'Agenzia delle Entrate.
Per indicare la sua scelta, l'utente, al momento della ricerca dei file deve selezionare, nella sezione "firmatario", una delle due opzioni presentate: "File firmati da me" e "File firmati dal soggetto incaricante".
Se l'incaricato è titolare di una partita IVA, può anche accedere a "Fatture e Corrispettivi" scegliendo di lavorare per se stesso. In questo caso, la funzione di monitoraggio non gli presenta la sezione "firmatario" e gli permette di visualizzare i soli file che ha firmato con la propria smartcard.

Data di pubblicazione:21/12/2018

L'intermediario abilitato ai sensi dell'art. 3, comma 3 del DPR 633/72 può trasmettere un file .zip contenente le comunicazioni IVA di più soggetti a partire dalla selezione di una qualunque utenza di lavoro. Per monitorare gli invii, invece, dovrà necessariamente utilizzare le singole utenze di lavoro dei soggetti a cui si riferiscono i dati delle comunicazione IVA trasmesse.

Data di pubblicazione:26/05/2017

Per la trasmissione della comunicazione IVA per conto di un altro soggetto, non è necessaria una delega esplicita, ma è sufficiente essere un intermediario abilitato ai sensi dell’art. 3, comma 3 del DPR 633/72.

Data di pubblicazione:26/05/2017

E' il Decreto Legislativo del 5 agosto 2015 n. 127 e i conseguenti provvedimenti direttoriali dell'Agenzia delle Entrate emanati per l'attuazione delle regole tecniche.
Tutte le disposizioni normative, regolamentari e di prassi sono consultabili nell’area tematica dedicata sul sito dell'Agenzia delle Entrate (www.agenziaentrate.gov.it).

Data di pubblicazione:21/12/2018

L'utente che vuole utilizzare il servizio per generare, trasmettere o conservare le fatture per proprio conto, deve selezionare la sua partita IVA. Se è stato incaricato o delegato a operare per conto di altri soggetti, selezionerà di volta in volta la partita IVA per la quale operare.

Data di pubblicazione:21/12/2018

Per utilizzare il servizio gratuito per conto di un altro soggetto è necessario essere delegati preventivamente dal soggetto stesso.

Il soggetto con utenza Fisconline tramite la funzione "Delega" del cassetto fiscale, deve selezionare il servizio "Accreditamento e censimento dispositivi".

L'intermediario a seguito di delega deve accedere come "DELEGATO".

Data di pubblicazione:12/02/2018

La sezione corrispettivi per conto terzi è disponibile solo una volta ottenuta la delega diretta dal cliente al servizio accreditamento e censimento distributori.

Data di pubblicazione:12/02/2018

In seguito alle indicazioni del Garante per la protezione dei dati personali, a partire dal mese di maggio 2019 la consultazione e il download delle fatture elettroniche all’interno del portale "Fatture e Corrispettivi" sarà possibile solo se l'utente o un suo intermediario specificatamente delegato aderirà a un nuovo servizio di "Consultazione".

Questa novità è stata introdotta con il Provvedimento n. 524526/2018 del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 21 dicembre 2018 che, oltre a modificare il Provvedimento del 30 aprile 2018, ha modificato anche il Provvedimento del 5 novembre 2018 e il relativo modello di conferimento delle deleghe ai servizi del portale "Fatture e Corrispettivi".

Di conseguenza, le deleghe conferite agli intermediari in un momento antecedente alla data del 21 dicembre 2018 non consentiranno agli intermediari di effettuare - per conto dei propri clienti - l'adesione al servizio di consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici.

Pertanto, per poter effettuare le operazioni di adesione (o recesso) dal servizio di consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche per conto dei propri clienti è necessario che gli intermediari - delegati al servizio di consultazione delle fatture elettroniche prima del 21 dicembre 2018 - acquisiscano nuovamente la delega al servizio di consultazione.

Data di pubblicazione:07/05/2019