Corrispettivi per esercenti non in possesso di RT (soluzione transitoria) - Informazioni generali e modalità di accesso al servizio

 

Come funziona la trasmissione dei dati dei Corrispettivi giornalieri per gli Esercenti privi di Registratore Telematico

Informazioni generali e modalità di accesso al servizio

Questo servizio permette di ottemperare agli obblighi, di cui alla Decreto Legislativo 5 agosto 2015, n.127 e successive modifiche, attualmente previsti per i Registratori Telematici/Multi cassa nei casi in cui l'Esercente non è in possesso di un Registratore telematico.

Il servizio è accessibile da parte del contribuente o dall'intermediario (di cui all'art.3, comma 3, del DPR 22 luglio 1998 numero 322 e successive modificazioni).

Decreto Legislativo 5 agosto 2015, n. 127.

L'art. 2 del D.Lgs. del 5 agosto 2015 n. 127 ha introdotto in Italia la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi – in via opzionale per i soggetti passivi IVA che effettuano commercio al minuto e le altre attività assimilate (cd. esercenti) ed in via obbligatoria per coloro che effettuano cessioni di beni e prestazioni di servizi tramite distributori automatici (cd. gestori).

La legge 27 dicembre 2017, n. 205, prima, e il decreto fiscale (Decreto legge 23 ottobre 2018 n. 119, convertito con modificazioni nella Legge 17 dicembre 2018, n. 136) e la legge di bilancio (Legge 30 dicembre 2018 n. 145), poi, hanno apportato a tale adempimento rilevanti modifiche.

In particolare, la memorizzazione elettronica e della trasmissione telematica dei corrispettivi è divenuta obbligatoria:

  • dal 1° luglio 2018, con riferimento alle cessioni di benzina o di gasolio destinati ad essere utilizzati come carburanti per motori (art. 1, comma 909, della Legge 27 dicembre 2017, n. 205 che ha introdotto il comma 1 bis dell’art. 2 del Decreto Legislativo n. 127/2015);
  • dal 1° luglio 2019, per i soggetti passivi con un volume d'affari superiore ad euro 400.000 (art. 17 del Decreto legge 23 ottobre 2018, n. 119);
  • dal 1° gennaio 2020, per tutti gli altri soggetti che effettuano le operazioni di cui all'articolo 22 del D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633 (art. 2, comma 1, del D. Lgs. n. 127/2015 così come modificato dall’art. 17 del Decreto legge 23 ottobre 2018, n. 119).

Per il periodo d'imposta 2019 restano valide le opzioni per la memorizzazione e la trasmissione dei dati dei corrispettivi esercitate entro il 31.12.2018.

Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 4 luglio 2019.

Trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri ai sensi dell’articolo 6-ter del decreto legislativo 5 agosto 2015, n. 127, come modificato dall’articolo 12-quinquies del decreto-legge 30 aprile 2019, n. 34, convertito dalla legge 28 giugno 2019, n. 58.


I dati da trasmettere sono:

  • PIVA esercente
  • Data del corrispettivo giornaliero
  • Imponibile totale del corrispettivo giornaliero (al netto di resi/annulli)
  • Aliquota e Imposta ovvero ventilazione (in tal caso l'importo del corrispettivo sarà al lordo IVA).

Prima di effettuare la prima trasmissione è consigliabile che l'operatore IVA si accrediti in qualità di "esercente" all'interno del portale "Fatture e Corrispettivi"; l'accreditamento può essere effettuato anche da un intermediario art. 3, comma 3, del d.P.R. n. 322/98 con delega (comunicata ad Agenzia Entrate) al servizio "Accreditamento e Censimento Dispositivi".

La trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri può essere effettuata anche da un intermediario art. 3, comma 3, del d.P.R. n. 322/98.


Modalità di trasmissione

  • Generazione e invio, mediante canali telematici già attivi per esterometro ovvero upload nel portale Fatture e Corrispettivi, di un file XML conforme alle specifiche tecniche del Provvedimento Agenzia Entrate del 04 luglio 2019.
  • Inserimento dei singoli corrispettivi giornalieri in apposita procedura web disponibile sul portale Fatture e Corrispettivi.

La trasmissione potrà essere effettuata a partire dal 30.07.2019.

Termini di trasmissione

  • Entro l'ultimo giorno del mese di riferimento (es.: corrispettivi dei giorni di luglio vanno trasmessi entro il 2 settembre).

Di seguito vengono indicati i passi da seguire, con l'interfaccia web "Fatture e Corrispettivi", per effettuare la scelta del servizio:



Selezionare sulla pagina principale del portale nella sezione Corrispettivi il link "Corrispettivi per esercenti non in possesso di RT (soluzione transitoria)" per accedere alle funzionalità disponibili.

La procedura è accessibile con il profilo "Operatore IVA".

Selezionata la linea di lavoro l'utente viene instradato su una nuova home page, di cui di seguito viene mostrato un esempio



Sono selezionabili le seguenti funzionalità: