Home » FiscoOnLine » Come fare per... » Utilizzare il Servizio Fisconline » Predisporre documenti per l'invio » Contratti di locazione

 

Contratti di locazione

Stampa     Invia ad un amico

I software disponibili per i contratti di locazione permettono di:

  • registrare i contratti di locazione e di affitto di immobili;
  • effettuare proroghe, cessioni e risoluzioni unitamente alla comunicazione eventuale dei dati catastali;
  • esercitare o revocare l’opzione per la cedolare secca.

La registrazione di un contratto di locazione può essere effettuata:

  1. da una delle parti del contratto per trasmettere direttamente la richiesta di registrazione del proprio contratto di locazione o affitto, o effettuare un adempimento successivo alla prima registrazione;
  2. dagli intermediari per trasmettere la richiesta di registrazione del contratto o di adempimento successivo per conto di terzi;
  3. da un agente/agenzia immobiliare per trasmettere la richiesta di registrazione di un contratto di locazione o affitto se lo stesso è stato concluso grazie alla mediazione immobiliare.

La registrazione telematica dei contratti di locazione è obbligatoria:

  • per i possessori di almeno 10 unità immobiliari;
  • per gli agenti di affari in mediazione, se il contratto è stato concluso grazie alla mediazione del mediatore immobiliare.

Gli utenti che intendono utilizzare il servizio telematico per:

  • registrare i contratti di locazione e di affitto di beni immobili
  • effettuare proroghe, cessioni o risoluzioni unitamente alla comunicazione eventuale dei dati catastali
  • esercitare o revocare l’opzione per la cedolare secca

devono utilizzare il Software RLI, che non richiede alcuna installazione sul proprio personal computer, attraverso una delle due modalità di seguito elencate:

  1. Software RLI in modalità web che consente di effettuare la registrazione del contratto tramite l’apposita funzionalità presente nell’area riservata dei Servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate
  2. Software RLI per la compilazione e il successivo invio del modello di richiesta di registrazione che consente di compilare e successivamente inviare il modello di richiesta di registrazione (è necessaria l’ultima versione disponibile del software Java). In tal caso, il file prodotto utilizzando tale software di compilazione dovrà essere sottoposto all’operazione di controllo prima del suo invio.

In entrambe le modalità previste, l’utilizzo del software RLI è riservato agli utenti registrati ai servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate.


I servizi messi a disposizione attraverso il canale telematico non consentono attualmente di effettuare:

  • la registrazione dei contratti di locazione e di affitto di immobili contenenti ulteriori negozi, diversi dalle garanzie, soggetti ad ulteriore tassazione;
  • la registrazione di scritture private integrative (ad esempio per modificare l’importo del canone);
  • la denuncia cumulativa di fondi rustici;
  • la registrazione dei contratti di affitto di diritti all’aiuto comunitari in favore dell’agricoltura (PAC);
  • la rettifica di errori occorsi in sede di registrazione telematica dei contratti di locazione e affitto di beni immobili;
  • la variazione dell’opzione per la cedolare secca di contratti con più immobili principali ed in cui le opzioni sono effettuate in maniera non uniforme.

In questi casi, l’utente deve compilare il Modello RLI e recarsi:

  • ad un qualsiasi Ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate, se si tratta della prima registrazione di contratti, scritture o denunce;
  • all’Ufficio dove è stata effettuata la prima registrazione, in caso di rettifiche, variazioni o adempimenti conseguenti alla registrazione.


 

Pi di pagina